Home Sicurezza Guardia di Finanza Business dei profumi falsi: due fabbriche scoperte in provincia di Napoli

Business dei profumi falsi: due fabbriche scoperte in provincia di Napoli

La Guardia di Finanza ha scoperto a Melito, nella provincia di Napoli, due laboratori adibiti alla produzione di profumi contraffatti. I militari delle Fiamme Gialle hanno sequestrato 3.100 confezioni di profumo a marchio Dior, Armani, Burberry, Hugo Boss e Creed oltre a 115mila etichette.

Le fabbriche di profumi ricavate nei box auto

I militari delle Fiamme Gialle del Gruppo Pronto Impiego di Napoli hanno individuato due box auto che erano stati trasformati in vere e proprie fabbriche, nelle quali i profumi venivano confezionati, come fanno sapere i finanzieri, “senza alcuna garanzia dal punto di vista sanitario”. Durante il blitz, i militari hanno sequestrato 3.100 confezioni di profumi contraffatti Dior, Armani, Burberry, Hugo Boss e Creed, privi dei requisiti minimi di sicurezza previsti dalle normative vigenti, nonché 115mila etichette contraffatte.

Profumi contraffatti: rischio di danni alla salute

I profumi, accuratamente confezionati, tanto da poter trarre in inganno i consumatori con facilità. Senza nessun controllo sanitario e senza il rispetto di alcuna norma di sicurezza, avrebbero potuto causare allergie e danni alla pelle, viste anche le carenze dal punto di vista igienico-sanitario dei laboratori. I responsabili, tre soggetti – uno di Napoli e due di Melito – sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per ricettazione, contraffazione e violazioni delle norme sulla sicurezza dei prodotti commerciali: la Guardia di Finanza ha stimato che, se messi in commercio per San Valentino, i profumi avrebbero potuto fruttare oltre 100mila euro di guadagni illeciti.

Fonte: gdf