nsd.it news sicurezza e difesa
Periodico di informazione on line
Home
politica.jpg
  Filtra per titolo     Ordina per     Notizie per pag. 
Data Titolo Autore
venerdì 07 dicembre 2012 PROTESTE DAI PREFETTI PER GLI ACCORPAMENTI DELLE SEDI. CANCELLIERI: SUI TAGLI NON CAMBIAMO IDEA
venerdì 07 dicembre 2012

(Il Corriere.it) - La mobilitazione contro il piano del governo che taglia prefetture e questure non coinvolge soltanto i poliziotti. Anche i prefetti minacciano di scendere in piazza, si appellano al capo dello Stato Giorgio Napolitano affinché fermi l’approvazione del regolamento. E così convinca l’Esecutivo a rivedere quel progetto che taglia 70 strutture sul territorio dopo aver accorpato decine di uffici. Il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri non appare disponibile ad alcun ripensamento: "Il percorso è avviato, indietro non si torna"...








Redazione Nsd
giovedì 08 novembre 2012 FORNERO: I LAVORATORI DELLE FORZE ARMATE IN PENSIONE (DI VECCHIAIA) A 62 ANNO DAL 2018
giovedì 08 novembre 2012

(Il Sole24Ore) - I lavoratori delle forze dell'ordine andranno in pensione di vecchiaia dal 2018 a 62 anni se parte della truppa, sergenti o marescialli (rispetto ai 60 attuali) mentre il resto del personale dovrà attendere almeno i 63 anni. L'indicazione è stata fornita dal ministro del Lavoro, Elsa Fornero nel corso di una audizione alla Camera. La responsabile del Welfare ha spiegato che il regolamento di armonizzazione tiene conto delle «obiettive peculiarità» del settore ma anche delle esigenze di equità rispetto al resto dei lavoratori....










Redazione Nsd
martedì 25 settembre 2012 CARCERI, L'ITALIA NEL MIRINO. L'UNIONE EUROPEA: "PIANO INEFFICIENTE"
martedì 25 settembre 2012

(La Repubblica) - L'Italia è lo Stato europeo con il maggior numero di condanne per violazione della Convenzione europea dei diritti dell'uomo (Cedu), preceduta in classifica solo dalla Turchia. Sono infatti oltre 2 mila le sentenze contro il nostro Paese emanate dalla Corte di Strasburgo sulla base della Convenzione istituita nel 1959. Tra le più frequenti motivazioni di condanna, l'irragionevole durata dei processi e le condizioni disumane in cui vivono i detenuti nelle nostre carceri, lontane anni luce dalla prigione-modello in cui la Norvegia ha rinchiuso il pluriomicida di Oslo Anders Behring Breivik....
 





Redazione Nsd
lunedì 16 luglio 2012 CASERME, UFFICI, AREE DEMANIALI ECCO LA LISTA DELLE PRIVATIZZAZIONI
lunedì 16 luglio 2012

(Il Corriere.it) - Vendere beni pubblici per 15-20 miliardi all'anno, pari all'1% del Pil (prodotto interno lordo) per dare «un colpo secco al debito pubblico» e portarlo sotto quota 100 del Pil. E' questo l'obiettivo indicato dal ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, nell'intervista di ieri al Corriere. L'operazione è già in corso. Prima ancora che venga creata la Sgr (società gestione risparmio) che opererà come «fondo dei fondi» per la messa sul mercato dei migliori cespiti dello Stato e degli enti locali, immobili e società di servizi, il ministro si è già messo al lavoro per verificarne la concretezza....






Redazione Nsd
venerdì 13 luglio 2012 UILP: ACCORPAMENTO TRA INPS E INPDAP DEVE PORTARE RAZIONALIZZAZIONE E NON AD UN NUOVO PASTICCIO
venerdì 13 luglio 2012

(NSD) - “Le rassicurazioni e i chiarimenti del ministro Fornero e del presidente dell’Inps Mastrapasqua, in relazione all’allarme lanciato dal Civ del nuovo Super Inps sul disavanzo dell’Inpdap, non restino lettera morta. Non vorremmo infatti che l’accorpamento di Inpdap ed Enpals nell’Inps invece di portare alla razionalizzazione del sistema previdenziale, creasse un nuovo pasticcio nel calcolo della spesa previdenziale complessiva e nel suo rapporto con il Pil". Queste le parole del Segretario generale della Uil Pensionati Romano Bellissima dopo le polemiche dei giorni scorsi ed il balletto di cifre sulla situazione del sistema previdenziale italiano...






Redazione Nsd
 

       
Ricerca in archivio
Newsletter sicurezza
Resta informato sui temi che ti stanno più a cuore.
Eipass
 
Editore Gea Srl
 
greenpeace

E.M.D. Servizi per la formazione s.r.l.
via monte parioli, 6 00197 ­ Roma (RM) P. IVA: 12904091001
Tel. 06.8553130 - Fax 06.85831762