nsd.it news sicurezza e difesa
Periodico di informazione on line
Home arrow ESTERI arrow AFGHANISTAN: GIANFRANCO FINI IN VISITA AI MILITARI ITALIANI

AFGHANISTAN: GIANFRANCO FINI IN VISITA AI MILITARI ITALIANI

PDF Stampa E-mail
di: Redazione Nsd   
lunedì 22 dicembre 2008
(NSD) - Visita lampo del Presidente della Camera, Gianfranco Fini, ai militari italiani impegnati nella missione Isaf in Afghanistan. Fini, accompagnato dai parlamentari Gianfranco Paglia (PdL) e Rosa Calipari (Pd), è stato accolto dal generale Paolo Serra, comandante del Comando regionale ovest e dall'ambasciatore Claudio Glaentzer. "Non penso che l'Italia possa venir meno agli impegni presi - ha spiegato Fini - dicendosi sicuro che il Parlamento rifinanzierà le missioni. Fini ha, poi, espresso un ringraziamento a tutti i militari italiani impegnati all'estero.



Il presidente Fini è giunto ad Herat per portare gli auguri natalizi alle truppe italiane impegnate in Afghanistan. Ad Herat si trovano 1700 soldati italiani ai quali si aggiungono i 500 militari dislocati a Kabul. Subito dopo, il Presidente della Camera si è recato alla base Camp Arena dove ha pranzato nella mensa dei militari. Fini si è anche messo dietro il bancone ed ha servito personalmente il pasto ai soldati in fila.

GIANFRANCO FINI

"Non penso che l'Italia possa venir meno agli impegni presi. Il Parlamento rifinanzierà le missioni perché in questa legislatura davvero tutti sono concordi nel dire che non possiamo tirarci indietro".

Riguardo alla richiesta di maggior impegno dell'Italia, Fini ha spiegato che "sono decisioni che prende il governo nell'ambito dell'Alleanza Atlantica. Credo che sia uno sforzo richiesto a gran voce proprio da coloro che in Afghanistan si stanno impegnando per ricostruire la democrazia".

Sono qui per ringraziarvi a nome del Parlamento per quello che fate con un impegno caratterizzato dalla professionalità e dall'umanità: la cifra che distingue il soldato italiano sta nella capacità di unire una grande professionalità al rispetto nel rapporto con la popolazione locale. Voglio esprimere l'apprezzamento del nostro popolo per quello che fate e per esprimere i più sinceri auguri di Natale e per un 2009 che vi vedrà di nuovo in patria mentre altri continueranno il vostro impegno".

"In Afghanistan c'è molto da fare: dare ad un popolo un avvenire migliore dopo che è stato riportato a livelli tribali e medievali. Bisogna favorire la volontà di rinascita del popolo afgano che credo voglia uscire dal buio del medioevo e incamminarsi verso un futuro migliore per i propri figli. E' vero quanto viene detto che la pace non si conquista quando finisce una guerra, ma quando si raggiunge l'armonia sociale".


Gianfranco Paglia, deputato del Pdl, ferito gravemente nel corso della missione in Somalia, ha detto ai suoi ex compagni: "So quello che fate, so quello che provate mi sento parte di voi. E so che presterete sempre fede al giuramento di fedeltà e lealtà che avete fatto. L'Italia sa quello che fate, lo ricorda e lo ricorderà sempre".

Rosa Villecco Calipari (Pd), vedova del funzionario del Sisde Nicola Calipari morto in Iraq, ha sottolineato come le nostre truppe che di solito vengono definite come fatte di "ragazzi e ragazze in realtà, come vedo davanti a me ci sono uomini e donne che hanno lasciato a casa le loro famiglie. Se voi siete qui è perché a casa qualcuno vi sostiene e condivide con voi il vostro sacrificio".



Tags:  gianfranco fini gianfranco paglia rosa calipari paoloserra claudio glaentzer isaf afghanistan herat missioni all'estero presidente della camera

Condividi:
Digg! Reddit! Del.icio.us! Google! Live! Facebook! Technorati! Yahoo!
 

       
Ricerca in archivio
Newsletter sicurezza
Resta informato sui temi che ti stanno più a cuore.
Eipass
 
Editore
Articoli correlati

E.M.D. Servizi per la formazione s.r.l.
via monte parioli, 6 00197 ­ Roma (RM) P. IVA: 12904091001
Tel. 06.8553130 - Fax 06.85831762